l’Arte con le mani in Pasta

POSTED BY   Mariagrazia
aprile 5, 2013

Mostra e opere d’arte realizzate con la pasta. Il museo Pascali sarà aperto a Pasqua e chiuso a Pasquetta.

La Project Room del Museo Pino Pascali è un luogo dinamico, vivo. Cos’è una Project Room? È  una stanza, uno spazio (organizzato da Isabella Battista e Luna Pastore) a disposizione di giovanissimi curatori e artisti che, passando dall’idea alla materia di un’opera,  coinvolgono gli studenti d’arte nel processo di creazione per offrirne infine il risultato al pubblico.

Il terzo appuntamento ha visto protagonisti l’artista gioiese Maria Grazia Carriero, classe 1980, e gli studenti del Liceo Artistico “Ciardo – Pellegrino” di Lecce e dell’Accademia di Belle Arti di Lecce.   La materia prima delle opere di Maria Grazia Carriero è la pasta, la stessa che quotidianamente troviamo sulle nostre tavole e che ognuno di noi, da bambini, si sarà ritrovato a impilare per farne delle collanine o a tostare per sano divertimento. È così che da questo “gioco” prendono vita nell’immaginario della Carriero delle grandi opere realizzate in pasta e resina.

Ma non solo questo. I cicli Nature e Circle, in mostra al Museo Pascali dal 27 marzo al 21 aprile, sono solo il punto d’arrivo di un viaggio e di un  percorso interiore e antropologico che la giovane artista ha rielaborato a conclusione di sette mesi di un laboratorio a Marrakech, in Marocco, nel 2005 a contatto con i bambini dell’orfanotrofio e del carcere minorile, in una realtà di disagio e povertà. Sono stati proprio quei momenti ludici coi bambini marocchini intenti a costruire collanine che hanno dato l’avvio ad un progetto più ampio di creazione di grandi opere bidimensionali su forex, dove l’artista ha utilizzato proprio la pasta che ne mette in risalto sia la sua identità italiana e pugliese che il bisogno e la mancanza di cibo di zone più povere del pianeta.

Il titolo della mostra At Home 1578 nasce proprio da un ripensamento “a casa” di questo percorso vissuto in Nord Africa e delle 1578 ore che l’artista ha dedicato alla realizzazione di questi particolari lavori. Gli studenti di Lecce, che nella mattinata di mercoledì 27 marzo hanno partecipato al workshop tenuto dalla Carriero, hanno contribuito alla creazione di una scultura site specific utilizzando grandi quantità di pasta già pronte che l’artista aveva preparato per il laboratorio al Museo Pascali. La mostra At Home 1578 sarà presentata al pubblico dal curatore Nicola Zito il 5 aprile prossimo alle ore 18.30, dove sarà possibile conversare con l’artista presente in sala e visionare l’opera realizzata con gli studenti.

 

 

 

Fonte l’arte con le mani in pasta su Polignano web

 

0

You may also like

intervista su Isha magazine
novembre 18, 2018
news, press
l’arte contemporanea come pratica della memoria. Dalla fotografia alla street art.
ottobre 17, 2018
news, press
Il corpo solitario. L’autoscatto nella fotografia contemporanea volume II
settembre 27, 2018
news, press

Post a comment