Symbol, 2018, still video, 5′,8”

Da sempre considerata simbolica delle proprie radici culturali, la pasta diventa per Maria Grazia
Carriero il mezzo per esplicitare, attraverso peculiari elaborazioni e dinamiche artistiche, la sua
personale ricerca, che spazia dall’etnografia all’antropologia, che si muove tra la sfera del “reale” e
quella del “virtuale”. L’elemento-pasta, bruciato e fissato su supporti con la resina, si trasforma in
rappresentazione, rielaborazione formale tanto della dimensione naturale quanto della sfera
antropica.
Nicola Zito